FASC

Fondo Agenti Spedizionieri Corrieri

SOLLECITAZIONE PUBBLICA DI OFFERTA PER LA GESTIONE FINANZIARIA DI FASC

 

Il Consiglio di Amministrazione del Fasc, visto il rendimento medio annuo atteso dagli investimenti mobiliari, valutata l’attuale ripartizione fra le varie classi di investimento, ha ritenuto utile al raggiungimento degli obiettivi della Fondazione ed al perseguimento di una efficiente combinazione rischio - rendimento, mantenere in portafoglio una esposizione in obbligazioni convertibili. Attualmente tale esposizione si concretizza in un mandato di gestione che scade senza possibilità di rinnovo il 21 luglio 2019.

A tal fine, nella seduta del 18 marzo 2019, ha deliberato di procedere all’investimento mediante l’utilizzo di Fondi di Investimento e di dare inizio al procedimento di selezione di tali Fondi ai sensi delle disposizioni vigenti.

Caratteristiche indicative del mandato di gestione in corso di selezione

La Fondazione intende acquistare Fondi in obbligazioni convertibili per circa € 70.000.000,00. La Fondazione FASC si riserva all’esito della procedura di formulare una proposta di acquisto suddivisa su uno o più fondi.

I fondi dovranno avere le seguenti caratteristiche:

  • In possesso del Passaporto Europeo (UCITS) armonizzato
  • Frequenza del calcolo della NAV giornaliero
  • Oggetto di investimento concentrato in obbligazioni convertibili europee
  • Sufficientemente diversificato per rischio societario, settore e paese
  • Copertura dell’esposizione valutaria con un massimo scopertura del 5% delle partite in valuta estera
  • La trasformazione in equity derivante dall’esercizio delle convertibili è previsto se la risultante esposizione in equity verrà liquidata
  • Volatilità fra il 4% e il 9%
  • Track record di almeno 5 anni
  • Masse complessive gestite dal SGR che gestisce il fondo superiori 2.5 miliardi di Euro
  • Non è ammesso l’investimento in obbligazioni convertibili sintetiche
  • L'utilizzo di strumenti derivati quotati e di derivati OTC è ammesso esclusivamente con l’obiettivo di copertura del rischio cambio e / o di esposizione o copertura azionaria, tassi di interesse o rischio di credito
  • Le commissioni di over performance saranno un titolo di diminuzione del punteggio.

Modalità di partecipazione 

Le candidature dovranno essere accompagnate dalla risposta al Questionario, compilato integralmente in ogni sua parte. Il testo del Questionario è disponibile sul sito web www.fasc.it.

Le risposte al Questionario dovranno essere tassativamente fornite secondo la sequenza e rispettando la scansione delle domande poste dal Questionario medesimo.

Per il processo di selezione la Fondazione si avvale della collaborazione dell’advisor Link Consulting Parners.

Offerta economica.

L'offerta economica, da presentare compilando debitamente la scheda relativa alle commissioni di gestione, dovrà obbligatoriamente essere formulata come una commissione onnicomprensiva fissa calcolata in percentuale sul patrimonio in gestione, con eventuale scalettatura.

Nella scheda dovrà inoltre essere indicato l’eventuale commissione prevista come premio per il raggiungimento di over performance.

Descrizione del processo di selezione.

Il processo di selezione avverrà tramite una disamina di tutte le candidature da parte di una apposita commissione nominata dal Consiglio di Amministrazione della Fondazione FASC. Tale commissione escluderà i Fondi che non fossero in possesso dei requisiti oggettivi richiesti dalla presente sollecitazione pubblica di offerta e predisporrà una “short list” composta dalle migliori offerte.

I gestori dei Fondi inclusi nella “short list” saranno invitati a una audizione da parte della Commissione. Durante tali audizioni saranno discusse anche le condizioni economiche dell’offerta.

Sulla base delle informazioni desunte dal questionario, delle delucidazioni e degli approfondimenti fatti nel corso delle audizioni e della offerta economica, la Commissione predisporrà una graduatoria dei Fondi e una proposta di investimento da inviare al Consiglio di Amministrazione per la loro l’approvazione definitiva.

Documentazione da inviare per la candidatura.

La documentazione dovrà pervenire in due email distinte e separate. La prima, con oggetto “OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI – MAIL TECNICA”, contenente tutti i documenti sotto riportati ad eccezione dell’offerta economica. Quest’ultima dovrà essere allegata ad una seconda email, con oggetto “OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI – MAIL OFFERTA ECONOMICA”. Le mail andranno entrambe inviate tramite posta elettronica certificata entro e non oltre le ore 13:00 del giorno 17 maggio 2019 all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

La documentazione da presentare, pena l'esclusione dal processo selettivo, include: 

  • copia del “Questionario” in formato pdf compilato, siglato e sottoscritto;
  • copia del “Questionario” in formato word compilato;
  • dichiarazione di veridicità ed esaustività dei dati esposti;
  • attestazione di conformità dei dati di performance presentati agli standard GIPS se utilizzati nella presentazione dei dati di performance nel “Questionario”;
  • autocertificazione del possesso dei requisiti richiesti dalla legge e della presente sollecitazione di offerta;
  • offerta economica inserita nella “Scheda relativa alle commissioni di gestione”.                                                                                                                                                                                  

Tutta la documentazione sopra elencata, ad eccezione del questionario in formato word, dovrà essere sottoscritta dal legale rappresentante o da altro soggetto legittimato.

Il Consiglio di Amministrazione si riserva di richiedere ai soggetti partecipanti, a proprio insindacabile giudizio, eventuali integrazioni della documentazione trasmessa.

Il presente annuncio costituisce invito ad offrire e non offerta al pubblico ex art. 1336 Cod. Civ. La ricezione dell'eventuale offerta non comporta per la Fondazione alcun obbligo di acquisto nei confronti degli eventuali offerenti e, per loro, alcun diritto a qualsiasi titolo.

I dati personali dell’offerente, del legale rappresentante o di altro soggetto legittimato, saranno trattati in conformità alle disposizioni del regolamento UE 2016/679. In particolare, tali dati saranno trattati esclusivamente ai fini della partecipazione alla selezione delle offerte di cui al presente avviso e non verranno né comunicati né diffusi. Il titolare del trattamento è FASC.

Il FASC si riserva il diritto di non procedere all’investimento qualora, a suo insindacabile giudizio, le risposte alla presente richiesta pubblica non siano ritenute soddisfacenti.

Il presente avviso è pubblicato sul sito www.fasc.it. Nel sito stesso sono disponibili tutte le informazioni sulla Fondazione FASC.

 

Documentazione scaricabile :

 

Bando di gara ai sensi dell'art. 60 del D.Lgs. 50/2016 per l'affidamento degli interventi di riqualificazione e adeguamento alla normativa antincendio dell'immobile sito in Milano, Via Tommaso Gulli 39.

CIG 7169027     

Nella sezione “domande e risposte” sono pubblicati in forma anonima i quesiti proposti dai concorrenti.

 

 

QUESITO 1:

È possibile presentare a comprova dei requisiti d’idoneità, di capacità economica e finanziaria, di capacità tecnica e professionale richiesti per la partecipazione al LOTTO N. 3 attestazione SOA nella categoria OS30?

RISPOSTA AL QUESITO 1:

Si conferma che la partecipazione alla gara per il Lotto 3 è subordinata al possesso di autorizzazione ai sensi del D.M. n. 37/2008 e s.m.i. conformemente a quanto stabilito dall’art. 6.1., lett. C), del Bando, la quale risulta fondamentale ai fini dell’emissione della Dichiarazione di conformità sugli impianti realizzati in base alle disposizioni del citato D.M.

Il possesso della sola attestazione SOA, pertanto, non è sufficiente a integrare i requisiti speciali di capacità richiesti dal Bando ai fini della partecipazione alla gara per il lotto indicato.

QUESITO 2:

In caso di partecipanti pari o superiori a 10 è prevista l’applicazione dell’esclusione automatica delle offerte che risultano superiori alla soglia di anomalia calcolata?

RISPOSTA AL QUESITO 2:

No. Il Bando di gara non contiene clausole che prevedono l’esclusione automatica dalla gara ai sensi dell’art. 97, co. 8, D. lgs. 50/16 e s.m.i. Si rinvia al par. 7, ultimo capoverso, del Bando.

QUESITO 3:

Al punto 6.1 pag. 13 del bando/disciplinare, come requisito di idoneità viene richiesta abilitazione al 37/08: noi abbiamo nello specifico lett. A), C), D), E), G); possiamo partecipare al Lotto 3 elettrico, possedendo la lettera A?

RISPOSTA AL QUESITO 3:

È fondamentale che le imprese che concorrono per l'esecuzione degli impianti MECCANICI ed ELETTRICI siano in possesso dell'abilitazione per la realizzazione di impianti di cui all'art. 1 lettera G del D.M. 37-2008, in difetto della quale non potranno rilasciare le dichiarazioni di conformità richieste dalla norma.

QUESITO 4:

Al punto 6.2 pag. 13/14 del bando/disciplinare, come requisito di capacità economico/finanziaria viene richiesto modello unico/IVA, ma noi avendo la SOA OS30 alla I, possiamo comprovarlo in questo modo il requisito da voi richiesto?

RISPOSTA AL QUESITO 4:

Si conferma che il requisito di capacità economico-finanziaria potrà essere comprovato mediante la SOA che abiliti l’esecuzione delle opere specificatamente previste per ciascun lotto, fermo restando il requisito del possesso di autorizzazione ai sensi del D.M. n. 37/2008 e s.m.i.

QUESITO 5:

In merito alla procedura specificata in oggetto, sono a richiedere se per i LOTTI 2 e 3 sia possibile partecipare avendo attestazione SOA per categorie OS28, OS30, OG11?

RISPOSTA AL QUESITO 5:

Si rinvia alla risposta al quesito n. 1.

QUESITO 6:

Criterio di aggiudicazione: “Massimo Ribasso senza esclusione automatica”, pertanto l’aggiudicatario è chi offre lo sconto maggiore, anche se vi sono più di 10 partecipanti?

RISPOSTA AL QUESITO 6:

Si rinvia alla risposta al quesito n. 2.

QUESITO 7:

Presentazione offerte: Per ogni Lotto predisporre 3 plichi, ognuno completo di busta amministrativa e busta economica?

RISPOSTA AL QUESITO 7:

Si conferma e si rinvia al par. 14 del Bando di gara.

QUESITO 8:

Il modello domanda di partecipazione a pag. 4 dichiarazione art. 80 comma 1 non riporta il comma b-bis) (false comunicazioni sociali di cui agli articoli 2621 e 2622 del codice civile;) e la lettera c) (codice civile) è il finale della lettera b);

RISPOSTA AL QUESITO 8:

Si ringrazia per la segnalazione e si conferma che è provveduto alla integrazione e correzione del modello. Le imprese che avessero già presentato domanda di partecipazione saranno ammesse a integrare la dichiarazione mediante soccorso istruttorio ai sensi del par. 13 del Bando.

QUESITO 9:

L’articolo 83, comma 9, del D.lgs. non prevede più l’applicazione di sanzione pecuniaria qualora in sede di apertura della gara vengano riscontrate mancanze incompletezze e ogni altra irregolarità si chiede pertanto di rettificare il modello domanda di partecipazione (pag. 6).

RISPOSTA AL QUESITO 9:

Si ringrazia per la segnalazione e si conferma che si è provveduto a espungere dal modello il riferimento alla sanzione pecuniaria.

QUESITO 10:

Viene applicata l'esclusione automatica di cui all' articolo 97 comma 8 del DLgs n. 50 del 2016..?

RISPOSTA AL QUESITO 10:

Si rinvia alla risposta al quesito n. 2.

QUESITO 11:

2) Ci si può aggiudicare tutti e tre i lotti, o in caso di aggiudicazione di uno dei lotto viene preclusa l'aggiudicazione degli altri due?

RISPOSTA AL QUESITO 11:

L’aggiudicazione dei tre lotti verrà effettuata singolarmente, come fossero tre gare distinte. l’aggiudicazione di un lotto non preclude l’aggiudicazione degli altri lotti. in linea teorica un concorrente che presenta offerte per tutti i lotti, potrebbe aggiudicarsi tutti e tre i lotti.

QUESITO 12:

Nel caso in cui le offerte ammesse siano superiori a 10 si procederà all'esclusione automatica delle offerte anomale?

RISPOSTA AL QUESITO 12:

Si rinvia alla risposta al quesito n. 2.

QUESITO 13:

In merito alla procedura in oggetto abbiamo provato ad emettere il PASSOE, ma il sistema restituisce il seguente errore: “Il CIG indicato non esiste o non è stato ancora definito”

RISPOSTA AL QUESITO 13:

Ricevuta la vostra segnalazione abbiamo risolto la questione completando l’emissione del CIG.

QUESITO 14:

Si evidenzia che nel CME la voce IE.6.1 non è sommata. Di conseguenza il totale soggetto a ribasso è pari a € 117.052,86 esclusi oneri della sicurezza.

RISPOSTA AL QUESITO 14:

Si conferma e si segnala che si è provveduto a modificare l’indicazione della base d’asta nel modello di presentazione dell’offerta.

QUESITO 15:

Siamo una ditta interessata a partecipare alla gara di cui all’oggetto per il solo lotto 2 – “Impianti meccanici” e vorremmo avere il seguente chiarimento. Siamo aperti dall’aprile del 2015 come ditta individuale, da poco più di un mese siamo diventati invece una S.r.l.. Volevamo capire se per quanto riguarda il requisito di capacità economica e finanziaria, di cui al punto 6.2 del bando di gara, possiamo tenere validi i lavori svolti come ditta individuale. Il titolare e responsabile tecnico, sia della ditta individuale che della S.r.l., è sempre la stessa persona. Se la risposta è affermativa dobbiamo indicare in qualche modulo il cambio della forma giuridica?

RISPOSTA AL QUESITO 15:

Si conferma che la dimostrazione dei requisiti di capacità economico-finanziaria potrà essere fornita anche mediante ricorso all’avvalimento. Si rinvia al par. 7 del Bando.

QUESITO 16:

Per i requisiti di idoneità: per la dimostrazione del possesso di speciale abilitazione prevista dal D.M. 37/2008 può bastare la visura camerale che riporta le abilitazioni per le lettere A) –B) – G)?

Se sì, occorre allegare alla copia della visura una dichiarazione di conformità all’originale sottoscritta dal Legale Rappresentante + suo documento d’identità?

RISPOSTA AL QUESITO 16:

Le modalità di documentazione dei requisiti richiesti ai fini della partecipazione alla gara sono disciplinate dal par. 14 del Bando. In caso di aggiudicazione la Stazione appaltante richiederà la documentazione necessaria per la verifica del possesso dei requisiti speciali indicati dall’aggiudicatario in conformità al par. 18 del Bando.

QUESITO 17:

Per i requisiti di capacità economico finanziaria: il possesso di attestazione SOA OS30 – classificazione II è documento idoneo in alternativa all’indicazione di referenze?

RISPOSTA AL QUESITO 17:

Si rinvia alla risposta al quesito n. 4.

QUESITO 18:

Dovendo creare il PASSOE, comunichiamo che inserendo il CIG sulla piattaforma ANAC, ci risulta che tale CIG "Non esiste o non è stato ancora definito". Potete cortesemente provvedere alla risoluzione della problematica?

RISPOSTA AL QUESITO 18:

Ricevuta la vostra segnalazione abbiamo risolto la questione completando l’emissione del CIG.

QUESITO 19:

Chiediamo Vs. conferma in merito alla possibilità di presentare l'attestazione SOA OS 30 Cl. 1° in ns. possesso, a comprova del requisito di capacità economica-finanziaria.

RISPOSTA AL QUESITO 19:

Si rinvia alla risposta al quesito n. 4.

QUESITO 20:

Paragrafo 6.2 del bando di gara: si chiede se per la dimostrazione dei “requisiti economico-finanziari” in alternativa alla presentazione dei bilanci sia sufficiente il possesso di attestazione SOA nelle categorie delle lavorazioni previste per ciascun lotto (OG1, OS3, OS28, OS30);

RISPOSTA AL QUESITO 20:

Si rinvia alla risposta al quesito n. 4.

QUESITO 21:

Al paragrafo 8 del bando di gara è indicato che “il concorrente è tenuto ad indicare nell’offerta obbligatoriamente il nominativo del subappaltatore per ciascun lotto”, pertanto si chiede conferma se ai fini del subappalto sia sufficiente l’indicazione di un singolo subappaltatore per ciascun lotto.

RISPOSTA AL QUESITO 21:

Si conferma e si rinvia al par. 8 del Bando.

QUESITO 22:

I nominativi dei subappaltatori da indicare, ai sensi di quanto stabilito dall'art. 105 comma 6 del D.Lgs, n. 50/2016, per i quali è necessario allegare le relative dichiarazioni si intendono SOLO quelli relativi alle attività maggiormente esposte al rischio di infiltrazione mafiosa (elencate all'art. 1 – comma 53 – della Legge 06/11/2012)?

In relazione a quanto stabilito dall'art. 105 – comma 6 del richiamato D.Lgs. n. 50/2016, e in merito a quanto citato al punto D della parte II del modulo DGUE, i concorrenti NON SONO tenuti alla indicazione preventiva delle eventuali ditte subappaltatrici nel caso in cui le lavorazioni o le attività che intendono subappaltare non rientrino in quelle maggiormente esposte al rischio infiltrazione mafiosa.

RISPOSTA AL QUESITO 22:

Si conferma che in base al par. 8 del Bando:

  • Il concorrente è tenuto ad indicare nell’offerta obbligatoriamente il nominativo del subappaltatore per ciascun lotto;
  • I subappaltatori devono possedere i requisiti previsti dall’art. 80 del Codice e dichiararli in gara mediante presentazione di un proprio DGUE, da compilare nelle parti pertinenti, nonché di una dichiarazione integrativa nei termini indicati al punto 14.3.1;
  • Il mancato possesso dei requisiti di cui all’art. 80 del Codice, ad eccezione di quelli previsti nel comma 4 del medesimo articolo, in capo ad uno dei subappaltatori indicati comporta l’esclusione del concorrente dalla gara.

QUESITO 23:

Nei Requisiti di idoneità è menzionato che per il 2 lotto e 3 lotto è richiesto il possesso della speciale abilitazione in corso di validità dal D.M. 22 Gennaio 2008 n.37 e s.m. ma non è menzionato la Categoria e Classe a cui si riferisce il lotto.

Chiediamo gentilmente specifiche in merito.

RISPOSTA AL QUESITO 23:

Si rinvia alla risposta al quesito n. 3.

QUESITO 24:

In riferimento alla gara in oggetto, vorremmo avere conferma che nel caso una azienda partecipi a tutti 3 i lotti abbia la possibilità di aggiudicarsi tutti 3 i lotti, considerando la diversità delle lavorazioni e degli importi a base di gara?

RISPOSTA AL QUESITO 24:

Si rinvia alla risposta al quesito n. 11.

QUESITO 25

Se fosse possibile avere il computo metrico del Lotto 3 relativo agli Impianti Elettrici e Speciali del Bando di Gara in oggetto (non presente nella documentazione inserita sul portale);

RISPOSTA AL QUESITO 25:

Si conferma che l’elaborato è pubblicato sul portale. Il relativo file è posizionato al n. 38 ed è denominato “computo metrico + allegati”

QUESITO 26

Volevamo sapere se per partecipare alla gara è obbligatorio presentare la “Garanzia provvisoria” per il Lotto a cui si è interessati. 

RISPOSTA AL QUESITO 26:

Si conferma e si rinvia al par. 9 del Bando.

QUESITO 27

Se la documentazione può essere spedita solo per Raccomandata.

RISPOSTA AL QUESITO 27:

Si rinvia al par. 12 del Bando.

QUESITO 28

In merito alla cauzione richiesta per la gara in oggetto volevamo sapere se è possibile emettere un’unica garanzia per i tre lotti e procedere con l’emissione in firma digitale.

RISPOSTA AL QUESITO 28:

No, è necessario costituire una garanzia per ciascun lotto al quale l’impresa partecipa. Si rinvia al par. 9 del Bando.

QUESITO 29

Verrà applicata l'esclusione automatica ai sensi dell'art. 97 comma 2?

RISPOSTA AL QUESITO 29:

Si rinvia alla risposta al quesito n. 2.

 

ULTERIORI QUESITI PERVENUTI SUCCESSIVAMENTE

QUESITO 30

In riferimento alla certificazione ISO 9001 e 14001, la nostra azienda ha eseguito l'audit per la nuova norma. Non siamo ancora in possesso del nuovo certificato, possiamo partecipare alla gara in oggetto, presentando l'audit e relativa dichiarazione dall'Ente?

La fideiussione provvisoria, sarà rilasciata per l'intero importo.

RISPOSTA AL QUESITO 30:

La mancata presentazione della certificazione ISO 9001 e 14001 non impedisce la partecipazione alla gara, comporta solo che la garanzia provvisoria sia rilasciata per l’intero importo.

QUESITO 31

Dove posso trovare l’allegato dell’offerta economica corretto o devo modificare io pdf.

RISPOSTA AL QUESITO 31:

Il file in pdf “Riepilogo offerta economica Lotto 3” pubblicato al n. 10 della documentazione di gara è stato sostituito con il nuovo riepilogo rettificato.

QUESITO 32

A seguito della rettifica dell’importo a base di gara del lotto 3 è da cambiare anche l’importo della cauzione.

RISPOSTA AL QUESITO 32:

Considerato che, a seguito della rettifica, l’importo a base di gara si è incrementato di € 73,20 si è ritenuto di non modificare l’importo richiesto per la garanzia provvisoria.

QUESITO 33

Noi abbiamo consegnato il plico con l’offerta. Se non si sostituisce la documentazione veniamo esclusi?

RISPOSTA AL QUESITO 33:

No! Non venite esclusi. Come indicato nella nostra pec del 14 settembre 2018:

“Si precisa che, qualora venisse presentato il riepilogo dell’offerta economica lotto 3 nella versione non rettificata, si farà riferimento come previsto dal bando, al paragrafo 15, all’indicazione del prezzo e non all’indicazione del ribasso offerto”.

Quindi ai fini dell’aggiudicazione del Lotto verrà fatto riferimento all’indicazione del prezzo in cifre e in lettere e non all’indicazione della percentuale di ribasso.

QUESITO 34

Siamo in possesso di SOA OS class. II ma non dell’abilitazione DM 37/08 lettera G.

E’ possibile subappaltarla?

RISPOSTA AL QUESITO 34:

Trattandosi di requisito di idoneità professionale, in base al paragrafo 7 del bando di gara non può essere acquisito dai concorrenti mediante l’avvalimento (“Non è consentito l’avvalimento per la dimostrazione dei requisiti generali e di idoneità professionale.”), né tanto meno con il subappalto.

 

 

 

 

 

Affidamento dell'incarico di revisione legale dei conti ai sensi del D.lgs. 39/2010 e smi

CIG: 6415384E57 RUP: Sergio Slavec

Il CDA del FASC riunitosi a Roma il 09/12/2015, sentite la relazione finale della apposita commissione giudicatrice e quella del collegio dei sindaci  riguardante la procedura di cottimo fiduciario per l’affidamento dell’incarico di revisione legale dei conti ha deliberato l’approvazione della relativa graduatoria definitiva di seguito riportata.

 

 

Punteggio offerta tecnica

Punteggio offerta economica

Punteggio complessivo

1

TREVOR S.r.l.

39,20

40,00

79,20

2

BDO ITALIA S.p.A.

46,00

31,26

77,26

3

RIA GRANT THORNTON S.p.A.

40,40

34,73

75,13

4

PRICEWATERHOUSE COOPERS S.p.A.

55,20

14,21

69,41

5

KPMG S.p.A.

46,40

3,16

49,56

 

Di conseguenza il CDA ha deliberato di affidare l’incarico di revisione legale dei conti per il triennio 2015-2017 alla società TREVOR S.r.l. dando mandato al Presidente di adempiere agli atti necessari.

Verbale della riunione seduta pubblica del 12/11/2015. (pdf)

Nella sezione “domande e risposte” sono pubblicati in forma anonima i quesiti proposti dai concorrenti.


Si ricorda che secondo quanto previsto i chiarimenti e le informazioni complementari, possono essere richiesti esclusivamente in forma scritta tramite posta elettronica certificata all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

QUESITO 1

Avremmo necessità di conoscere il numero di iscritti al Fondo che, sulla base dell'età e dei requisiti previdenziali, potrebbero accedere alla prestazione durante il periodo di durata del contratto.



RISPOSTA 1

Gli iscritti al Fondo che, durante l’arco temporale di durata della convenzione, ovvero dal 1° ottobre 2017 al 30 settembre 2023, avranno raggiunto o superato i requisiti previdenziali e potrebbero accedere alle prestazioni sono, in base a quanto risulta dai nostri archivi, pari a 1035 individui, di cui 260 donne e 775 uomini; si precisa che da tale conteggio sono stati esclusi gli iscritti, il cui ammontare del conto di previdenza alla data 31 maggio 2017 è inferiore all’importo di € 10.000.

Con riferimento a tale numero di iscritti (1035) l’ammontare medio del conto individuale di previdenza alla data del 31 maggio 2017 e pari a € 47.508; e l’ammontare medio delle contribuzioni annue è di € 2.193.

Con riferimento al numero di donne iscritte (260) l’ammontare medio del conto individuale di previdenza alla data del 31 maggio 2017 e pari a € 39.452; e l’ammontare medio delle contribuzioni annue è di € 1.828.

Con riferimento al numero di uomini iscritti (775) l’ammontare medio del conto individuale di previdenza alla data del 31 maggio 2017 e pari a € 50.211; e l’ammontare medio delle contribuzioni annue è di € 2.193.

 
QUESITO 2

Stima della quota parte che potrebbe richiedere la prestazione in forma di rendita e il relativo ammontare economico delle posizioni.


RISPOSTA 2

Non abbiamo dei dati storici a cui far riferimento; confrontandoci con altri Fondi similari riteniamo che il numero degli iscritti che potrebbe avvalersi di tale opportunità, ovvero di optare per la rendita vitalizia, potrebbe essere di circa una decina all’anno.

 
QUESITO 3

Nel procedere alla creazione del PASSOE si riscontra il seguente errore: IL CIG INDICATO NON E' GESTITO DAL SISTEMA AVCPASS.


RISPOSTA 3

Il problema deriva dal fatto che, essendo la procedura sotto la soglia di € 40.000, all’avvio della stessa è stato richiesto un CIG in forma semplificata (SMART CIG); tale CIG, però, non viene gestito dal sistema AVCPASS.

Alla luce di ciò, pertanto, non è più necessario acquisire il codice PassOE e la verifica verrà effettuata senza avvalersi del sistema AVCPASS.

 
QUESITO 4

Quali sono i "mezzi di prova della capacità tecnica" di cui al punto d) pag. 5 della lettera di invito.


RISPOSTA 4

I mezzi di prova delle capacità tecniche sono elencati nell’Allegato XVII parte II del Decreto Legislativo 18 aprile 2016 n. 50, che di seguito trascriviamo:

Parte II: Capacità tecnica

Mezzi per provare le capacità tecniche degli operatori economici di cui all'articolo 83:

  1. a) i seguenti elenchi:
  2. i) un elenco dei lavori eseguiti negli ultimi cinque anni; tale elenco è corredato di certificati di corretta esecuzione e buon esito dei lavori più importanti; se necessario per assicurare un livello adeguato di concorrenza, le amministrazioni aggiudicatrici possono precisare che sarà presa in considerazione la prova relativa ai lavori analoghi realizzati più di cinque anni prima;
  3. ii) un elenco delle principali forniture o dei principali servizi effettuati negli ultimi tre anni, con indicazione dei rispettivi importi, date e destinatari, pubblici o privati. Se necessario per assicurare un livello adeguato di concorrenza, le amministrazioni aggiudicatrici possono precisare che sarà preso in considerazione la prova relativa a forniture o a servizi forniti o effettuati più di tre anni prima;
  4. b) l'indicazione dei tecnici o degli organismi tecnici, che facciano o meno parte integrante dell'operatore economico, e più particolarmente di quelli responsabili del controllo della qualità e, per gli appalti pubblici di lavori, quelli di cui l'imprenditore disporrà per l'esecuzione dell'opera;
  5. c) una descrizione delle attrezzature tecniche e delle misure adottate dall'operatore economico per garantire la qualità, nonché degli strumenti di studio e di ricerca della sua impresa;
  6. d) un'indicazione dei sistemi di gestione e di tracciabilità della catena di approvvigionamento che l'operatore economico potrà applicare durante l'esecuzione del contratto;
  7. e) qualora i prodotti da fornire o i servizi da prestare siano di natura complessa o, eccezionalmente, siano richiesti per una finalità particolare, una verifica eseguita dall'amministrazione aggiudicatrice o, per suo conto, da un organismo ufficiale competente del paese in cui il fornitore o il prestatore dei servizi è stabilito, purché tale organismo acconsenta; la verifica verte sulle capacità di produzione del fornitore e sulla capacità tecnica del prestatore di servizi e, se necessario, sugli strumenti di studio e di ricerca di cui egli dispone, nonché sulle misure adottate per garantire la qualità;
  8. f) l'indicazione dei titoli di studio e professionali del prestatore di servizi o dell'imprenditore o dei dirigenti dell'impresa, a condizione che non siano valutati tra i criteri di aggiudicazione;
  9. g) un'indicazione delle misure di gestione ambientale che l'operatore economico potrà applicare durante l'esecuzione del contratto;
  10. h) una dichiarazione indicante l'organico medio annuo dell'imprenditore o del prestatore di servizi e il numero dei dirigenti durante gli ultimi tre anni;
  11. i) una dichiarazione indicante l'attrezzatura, il materiale e l'equipaggiamento tecnico di cui l'imprenditore o il prestatore di servizi disporrà per eseguire l'appalto;
  12. j) un'indicazione della parte di appalto che l'operatore economico intende eventualmente subappaltare;
  13. k) per i prodotti da fornire:
  14. i) campioni, descrizioni o fotografie la cui autenticità deve poter essere certificata a richiesta dall'amministrazione aggiudicatrice;
  15. ii) certificati rilasciati da istituti o servizi ufficiali incaricati del controllo della qualità, di riconosciuta competenza, i quali attestino la conformità di prodotti ben individuati mediante riferimenti a determinate specifiche tecniche o norme.
 
QUESITO 5

Cosa si intende per "adeguato livello di copertura assicurativa contro i rischi professionali " di cui al punto D pag. 4 della lettera di invito.

RISPOSTA 5

L'art. 6, primo capoverso, della lettera di invito subordina la partecipazione alla procedura alla dimostrazione del possesso dei requisiti di capacità previsti dall'art. 83 del Decreto legislativo 18 aprile 2016 n. 50.

In tale ambito, i requisiti di capacità economica e finanziaria dovranno essere provati dai partecipanti anche mediante la dimostrazione di avere costituito una "adeguata copertura assicurativa contro i rischi professionali", in conformità a quanto previsto dall'art. 6, primo capoverso, lettera D) della lettera di invito e dal quarto comma, lett. c), dell'art. 83 del Codice dei contratti pubblici.