Fornitori - Acquisti

Il Decreto Ministeriale n. 55 del 3 aprile 2013, entrato in vigore il 6 giugno 2013 ha attivato il percorso
di adeguamento all’utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici tra pubblica
amministrazione e fornitori introdotto dalla L. 244/2007, art.1, commi da 209 a 214.

La Fondazione Fasc, quale Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza Sociale – individuata come
tale nell'elenco delle amministrazioni pubbliche inserite nel conto economico consolidato ai sensi
dell'articolo 1, comma 5, della legge 30 dicembre 2004, n. 311, pubblicato dall'ISTAT entro il 31 luglio
di ogni anno – è soggetta alla suddetta norma.

La fattura elettronica deve pervenite tramite lo SDI, nel formato previsto per le pubbliche amministrazioni,  al codice univoco ufficio : 6RJU1V

La Fondazione Fasc e' censita nell'archivio delle pubbliche amministrazioni al seguente link : https://www.indicepa.gov.it

Lettera ai fornitori : Fatturazione Elettronica

Affidamento dell'incarico di revisione legale dei conti ai sensi dell'art.36 del D.Lgs. 50/2016

CIG: 72583682C2 RUP: Sergio Slavec

Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione FASC riunitosi in Milano, presso la sede dell’ente, il 24 maggio 2018, in relazione alla procedura, ai sensi dell'art.36 del D.Lgs. 50/2016, per l’affidamento dell’incarico di revisione legale dei conti per la Fondazione FASC e la società controllata FASC Immobiliare S.r.l. con socio unico,

  • sentita la relazione del Responsabile unico della procedura,
  • viste le risultanze della procedura per la selezione della società di revisione legale dei conti per il triennio 2018/2020,
  • acquisita la proposta motivata del Collegio Sindacale,

ha deliberato l’approvazione della relativa graduatoria definitiva di seguito riportata.

 

 

Punteggio offerta tecnica

Punteggio offerta economica

Punteggio complessivo

1

TREVOR

58,00

30,00

88,00

2

RIA GRANT THORNTON

62,00

23,23

85,23

3

ERNST & YOUNG

66,00

17,97

83,97

4

BDO ITALIA

62,00

17,97

79,97

5

PKF

58,00

21,47

79,47

6

PWC

68,00

3,51

71,51

7

MAZARS ITALIA

56,00

15,34

71,34

8

KPMG

64,00

0,88

64,88

 

Di conseguenza il Consiglio di Amministrazione della Fondazione FASC ha deliberato di affidare l’incarico di revisione legale dei conti per il triennio 2018, 2019 e 2020 alla società TREVOR S.r.l., dando mandato al Presidente di adempiere agli atti necessari.

Nella medesima giornata del 24 maggio 2018 l’Assemblea dei soci della controllata FASC Immobiliare S.r.l. con socio unico, riunitasi presso la sede sociale in Milano,

  • vista la graduatoria finale della procedura,
  • acquisita la proposta motivata del Collegio Sindacale,

ha deliberato di affidare l’incarico di revisione legale dei conti per il triennio 2018, 2019 e 2020 alla società TREVOR S.r.l., dando mandato al Presidente di adempiere agli atti necessari.

Affidamento dell'incarico di revisione legale dei conti ai sensi dell'art.36 del D.Lgs. 50/2016

CIG: 72583682C2 RUP: Sergio Slavec

Si comunica che in data 24 ottobre 2017 il Consiglio di Amministrazione della controllata FASC Immobiliare S.r.l., in considerazione della prossima scadenza dell’attuale incarico triennale di revisione legale dei conti,  ha affidato con propria delibera alla controllante Fondazione FASC un mandato avente ad oggetto lo svolgimento, in nome e per conto della Società stessa, delle attività e delle procedure necessarie per la selezione dell’operatore economico al quale affidare il servizio di revisione legale dei conti con l’intento di reperire un soggetto unico a cui affidare il suddetto incarico sia per la Fondazione FASC che per FASC Immobiliare.

Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione FASC – Fondo Agenti Spedizionieri Corrieri, conseguentemente, nella riunione tenutasi nella medesima data, ha stabilito di dare avvio alla procedura, ai sensi dell'art. 36 del Decreto legislativo 18 aprile 2016 n. 50 e del proprio “Regolamento per l’affidamento e l’esecuzione di lavori, servizi e forniture di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria”, per l'affidamento dell’incarico di revisione legale dei conti per gli anni 2018, 2019 e 2020 per entrambi gli enti.

Nella medesima riunione Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione FASC ha, pertanto, approvato il testo della lettera d’invito alla procedura e ha nominato quale Responsabile Unico del Procedimento il Direttore Generale, Sergio Slavec.

 

Lettera d'invito

Allegato 1 Modello offerta economica

Allegato 2 Questionario

 

 Domande e Risposte

Quesito 1

A pagina 3 (punto 7. Requisiti di partecipazione) della lettera di invito si fa riferimento al possesso di requisiti generali elencati nei punti A.B.C. e D. dimostrabili mediante il DGUE, e poi successivamente si richiede una dichiarazione sostitutiva che dimostri il possesso dei requisiti speciali di partecipazione, ma quest’ultimi non sono menzionati nella lettera di invito.

Si chiedono chiarimenti in merito.

Risposta 1

I requisiti di partecipazione sono indicati dall'art. 7 della lettera di invito, che prevede, quale requisito speciale l'iscrizione nel Registro dei Revisori legali dei conti ai sensi dell'art. 2 D. lgs. 39/2010 (si veda il par. 1, lett. B)".

Quesito 2

Nella dichiarazione dell'offerta economica da inserire nella busta n. 3 " Offerta economica" così come esplicitato nella Lettera di invito, la società di revisione indipendente è tenuta a sottoscrivere un'offerta unica per la revisione sia del Fondo FASC che della società FASC Immobiliare Srl, oppure si dovrà esplicitare per singola entità il corrispettivo offerto? 

Se così fosse, riuscite a dividere l'importo a base d'asta per l'attività di revisione legale sul Fondo FASC e l'importo per la società FASC Immobiliare Srl?  

Risposta 2

Nell’offerta economica da presentare il corrispettivo da indicare è uno solo complessivo per lo svolgimento dell’incarico triennale a favore sia della Fondazione FASC e che di FASC Immobiliare Srl.

Ai fini della presente procedura non ha alcuna rilevanza la suddivisione del corrispettivo tra Fondazione FASC e FASC Immobiliare Srl, che successivamente verrà effettuata per la fatturazione del servizio, in quanto l’aggiudicazione verrà effettuata ad una sola società di revisione per entrambi i soggetti, né la suddivisione del corrispettivo rientra fra i criteri di valutazione dell’offerta economica.

Quesito 3

È obbligatorio utilizzare il DGUE (Documento di gara unico europeo) per dimostrare il possesso dei requisiti generali di partecipazione?

Risposta 3

L’utilizzo del DGUE è facoltativo; ove non venga utilizzato il DGUE l’offerente deve dimostrare il possesso dei requisiti generali nelle forme previste dall’art. 86 del D.Lgs. 50/2016.

Quesito 4

Nel QUESTIONARIO da Voi predisposto, in particolare nella sezione “METODOLOGIA E PROCEDURE”, è consentito rimandare lo sviluppo degli argomenti indicati al documento di offerta da noi predisposto (nostra proposta)?

Risposta 4

Si precisa che le indicazioni richieste dal questionario devono essere evase nell’ambito dell’offerta tecnica allegando la documentazione o descrivendo quanto richiesto; è importante che nell’offerta tecnica quanto riferito a “struttura organizzativa”, ai “track record” e a “metodologia e procedure” sia ben individuabile.

Quesito 5

È possibile entrate in possesso del bilancio 2016 della società FASC Immobiliare S.r.l.?

Risposta 5

Sì il bilancio al 31 dicembre 2016 di FASC Immobiliare Srl viene messo disposizione di tutti i partecipanti alla procedura ed è raggiungibile attraverso l’utilizzo del seguente link :  link_bilancio_fasc_immobilare_2016

 

 

Quesito 6

La nostra procedura interna, in linea con quanto previsto da CONSOB e da Banca d’Italia, prevede che precedentemente all’emissione di una proposta vada effettuata una valutazione del rischio nell’ambito della normativa antiriciclaggio. Avremmo pertanto bisogno delle schede identificative dei due clienti da revisionare (veda documento allegato da compilare in tutte le sue parti) e della copia fronte retro dei documenti di identità (carta di identità e codice fiscale) dei legali rappresentanti dei due clienti da revisionare.

Risposta 6

Per il momento non possibile compilare la “scheda di identificazione diretta del cliente” di nessuna delle Società invitate, in quanto fino all’assegnazione dell’incarico, a conclusione della presente procedura, la Fondazione FASC e FASC Immobiliare Srl non sono clienti di nessuno. Allo stato attuale possiamo unicamente dare a tutti i partecipanti alla procedura l’indicazione dei dati richiesti, senza però compilare e sottoscrivere alcuna scheda di identificazione. I dati sono i seguenti:

Per la Fondazione:

Denominazione

Fondo Nazionale di Previdenza per i Lavoratori delle Imprese di Spedizione Corrieri e delle Agenzie Marittime Raccomandatarie e Mediatori Marittimi, con sigla FASC – Fondo Agenti Spedizionieri Corrieri

Natura

Ente gestore di forma obbligatoria di previdenza ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 1994 n. 509

Sede legale

Via Tommaso Gulli 39 – 20147 Mimano

Codice fiscale

80078850155

Legale rappresentante

NASSO Francesco, nato a Polistena (RC), il 4 agosto 1950, domiciliato per la carica presso la sede della Fondazione, residente in Roma – codice fiscale NSSFNC50M04G791T

Il dr. Francesco Nasso è stato nominato Presidente della Fondazione FASC in data 26 gennaio 2017.

Titolare effettivo

Non è configurabile alcun soggetto quale titolare effettivo.

 

Per la Società immobiliare:

Denominazione

FASC Immobiliare

Natura

Società a responsabilità limitata con unico socio

Sede legale

Via Tommaso Gulli 39 – 20147 Mimano

Codice fiscale/P.i.v.a.

03720230964

Legale rappresentante

NASSO Francesco, nato a Polistena (RC), il 4 agosto 1950, domiciliato per la carica presso la sede della Fondazione, residente in Roma – codice fiscale NSSFNC50M04G791T

Il dr. Francesco Nasso è stato nominato Presidente di FASC Immobiliare Srl in data 26 gennaio 2017.

Titolare effettivo

Non è configurabile alcun soggetto quale titolare effettivo, in quanto il socio unico è la Fondazione FASC.

 

 

 

 

 Provvedimenti di esclusione : Provvedimento esclusione N.1

 

Nella sezione “domande e risposte” sono pubblicati in forma anonima i quesiti proposti dai concorrenti.

Quesito 1

E’ obbligatorio prestare la cauzione provvisoria?

Risposta

L'obbligo di prestazione della cauzione, stabilito dall'art. 75 del Decreto legislativo 12 aprile 2006 n. 163, ha natura imperativa e non è derogabile dalla Stazione appaltante nemmeno nelle procedure di cottimo fiduciario (Cons. Stato, Sez. VI, 8 luglio 2011 n. 4122).

 

Quesito 2

In quali modi può essere prestata la cauzione provvisoria?

Risposta

La cauzione provvisoria prevista dall’art. 75 del Decreto legislativo n. 163 del 2006 pari al 2% (due per cento) dell’importo a base d’asta previsto al punto 6 della lettera d’invito, può essere costituito a scelta dell’impresa partecipante con le seguenti modalità:

A) Deposito infruttifero mediante bonifico bancario sul conto corrente dedicato della stazione appaltante (IBAN IT 05 V 03069 01602 100000019589)

La causale del bonifico dovrà contenere le seguenti indicazioni: “Procedura di cottimo fiduciario per l’affidamento dell’incarico di revisione legale dei conti del FASC" – CIG 62358008F1 - costituzione cauzione provvisoria ai sensi dell’art. 75 D. lgs. n. 163/06.”

All’offerta dovrà essere allegata ricevuta contabile attestante la regolare esecuzione dell’operazione bancaria.

B) Fideiussione, a scelta dell’offerente, bancaria o assicurativa o rilasciata da intermediari iscritti nell’albo di cui all’art. 106 del D.Lgs. 1.9.1993 n. 385, che svolgono in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie e che sono sottoposti a revisione contabile da parte di una società di revisione iscritta nell’albo previsto dall’art. 161 del D.Lgs. 24.9.1998 n. 58.

Le imprese partecipanti, a pena di esclusione, saranno tenute ad allegare copia del documento attestante la stipula del contratto di fideiussione corredato dalle relative clausole, che dovranno essere conformi a quanto previsto di seguito e alle disposizioni dell’art. 75 del Decreto legislativo n. 163 del 2006.

La garanzia deve prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all’eccezione di cui all’art. 1957, comma 2, del Codice civile, nonché l’operatività medesima della garanzia medesima entro 15 (quindici) giorni, a semplice richiesta del FASC.

La garanzia deve avere una validità di almeno 180 (centottanta) giorni dalla data di presentazione dell’offerta a norma dell’art. 10 della presente Lettera di invito.

L’offerta dovrà essere corredata dall’impegno del garante a rinnovare la garanzia per un ulteriore periodo di validità di 180 (centottanta) giorni, su richiesta del FASC, nel caso in cui al momento della sua scadenza non sia ancora intervenuta l’aggiudicazione.

C) Depositopresso una sezione di tesoreria provinciale o presso le aziende autorizzatedi "titoli del debito pubblico garantiti dallo Stato" a titolo di pegno a favore del FASC.

 

Quesito 3

E’ disponibile un fac-simile di modello di fideiussione?

Risposta

Non è possibile fornire un modello di fideiussione per evitare di diffondere documenti predisposti da Istituti bancari o Compagnie assicurative e per garantire il rispetto dei principi di trasparenza e parità di trattamento.

 

Quesito 4

Possesso dei requisiti di ordine generale, in quali casi è utilizzabile il modello di dichiarazione pubblicato sul profilo del committente?

Risposta

Il Modello al quale si fa riferimento concerne le imprese iscritte nell'Elenco degli Operatori Economici del FASC.

Nel caso in cui l'impresa partecipante non sia iscritta nell'Elenco predetto, non dovrà formulare tale dichiarazione e, nel caso utilizzi il modello in questione dovrà interlineare il periodo relativo alla richiesta di iscrizione e compilare le altre parti inerenti il possesso dei requisiti di partecipazione.

 
 
 

 

Nella sezione “domande e risposte” sono pubblicati in forma anonima i quesiti proposti dai concorrenti.

Quesito 1

E’ obbligatorio prestare la cauzione provvisoria?

Risposta

L'obbligo di prestazione della cauzione, stabilito dall'art. 75 del Decreto legislativo 12 aprile 2006 n. 163, ha natura imperativa e non è derogabile dalla Stazione appaltante nemmeno nelle procedure di cottimo fiduciario (Cons. Stato, Sez. VI, 8 luglio 2011 n. 4122).

 

Quesito 2

In quali modi può essere prestata la cauzione provvisoria?

Risposta

La cauzione provvisoria prevista dall’art. 75 del Decreto legislativo n. 163 del 2006 pari al 2% (due per cento) dell’importo a base d’asta previsto al punto 6 della lettera d’invito, può essere costituito a scelta dell’impresa partecipante con le seguenti modalità:

A) Deposito infruttifero mediante bonifico bancario sul conto corrente dedicato della stazione appaltante (IBAN IT 05 V 03069 01602 100000019589)

La causale del bonifico dovrà contenere le seguenti indicazioni: “Procedura di cottimo fiduciario per l’affidamento dell’incarico di revisione legale dei conti del FASC" – CIG 6415384E57 - costituzione cauzione provvisoria ai sensi dell’art. 75 D. lgs. n. 163/06.”

All’offerta dovrà essere allegata ricevuta contabile attestante la regolare esecuzione dell’operazione bancaria.

B) Fideiussione, a scelta dell’offerente, bancaria o assicurativa o rilasciata da intermediari iscritti nell’albo di cui all’art. 106 del D.Lgs. 1.9.1993 n. 385, che svolgono in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie e che sono sottoposti a revisione contabile da parte di una società di revisione iscritta nell’albo previsto dall’art. 161 del D.Lgs. 24.9.1998 n. 58.

Le imprese partecipanti, a pena di esclusione, saranno tenute ad allegare copia del documento attestante la stipula del contratto di fideiussione corredato dalle relative clausole, che dovranno essere conformi a quanto previsto di seguito e alle disposizioni dell’art. 75 del Decreto legislativo n. 163 del 2006.

La garanzia deve prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all’eccezione di cui all’art. 1957, comma 2, del Codice civile, nonché l’operatività medesima della garanzia medesima entro 15 (quindici) giorni, a semplice richiesta del FASC.

La garanzia deve avere una validità di almeno 180 (centottanta) giorni dalla data di presentazione dell’offerta a norma dell’art. 10 della presente Lettera di invito.

L’offerta dovrà essere corredata dall’impegno del garante a rinnovare la garanzia per un ulteriore periodo di validità di 180 (centottanta) giorni, su richiesta del FASC, nel caso in cui al momento della sua scadenza non sia ancora intervenuta l’aggiudicazione.

C) Depositopresso una sezione di tesoreria provinciale o presso le aziende autorizzatedi "titoli del debito pubblico garantiti dallo Stato" a titolo di pegno a favore del FASC.

 

Quesito 3

E’ disponibile un fac-simile di modello di fideiussione?

Risposta

Non è possibile fornire un modello di fideiussione per evitare di diffondere documenti predisposti da Istituti bancari o Compagnie assicurative e per garantire il rispetto dei principi di trasparenza e parità di trattamento.

 

Quesito 4

Possesso dei requisiti di ordine generale, in quali casi è utilizzabile il modello di dichiarazione pubblicato sul profilo del committente?

Risposta

Il Modello al quale si fa riferimento concerne le imprese iscritte nell'Elenco degli Operatori Economici del FASC.

Nel caso in cui l'impresa partecipante non sia iscritta nell'Elenco predetto, non dovrà formulare tale dichiarazione e, nel caso utilizzi il modello in questione dovrà interlineare il periodo relativo alla richiesta di iscrizione e compilare le altre parti inerenti il possesso dei requisiti di partecipazione.

 
 
 

 

 

oggetto data scadenza

Affidamento dell'incarico di revisione legale dei conti ai sensi del D.lgs. 39/2010 e smi

CIG: 62358008F1 RUP: Sergio Slavec

Comunicazione di non aggiudicazione ai sensi dell’art. 81, terzo comma, del Decreto legislativo 12 aprile 2006 n. 163.

21/05/2015 ore 12.00

NON Aggiudicato

Affidamento dell'incarico di revisione legale dei conti ai sensi del D.lgs. 39/2010 e smi

CIG: 6415384E57 RUP: Sergio Slavec

 Accesso alla sezione dedicata

26/10/2015 ore 12.00

Affidato

Affidamento dell'incarico di revisione legale dei conti ai sensi dell'art.36 del D.Lgs. 50/2016

CIG: 72583682C2 RUP: Sergio Slavec

 Accesso alla sezione dedicata

 

AVVISO :

Si comunica che, per sopraggiunta indisponibilità del RUP, le riunioni in seduta pubblica, programmate per il pomeriggio di domani 20 dicembre 2017, sono entrambe rinviate a giovedì 11 gennaio 2018 con inizio alle ore 14:30 sempre presso la sede del Fondazione, in Milano via Tommaso Gulli 39.

Fondazione FASC

Il RUP Sergio Slavec

 

 

01/12/2017 ore 12

Affidamento dell'incarico di revisione legale dei conti ai sensi dell'art.36 del D.Lgs. 50/2016

CIG: 72583682C2 RUP: Sergio Slavec

Comunicazione di aggiudicazione

 

 

 

 

Affidato

 

 

Sottocategorie